Chicchi di grano - Auguri di Buone feste 22 dicembre 2020

Attenti non seminate il seme sulla terra!
V’è grano a sufficienza, da tempo i granai son pieni,
ma il cielo è vuoto,
ché nessuno vi semina.
Seminate il seme là dove nessuno ha mai osato
che possan crescervi miracoli,
il pane non mancherà.
Finora il frumento cresceva verso il Cielo.
Il frumento del Cielo cadrà sulla terra.
Ma dov’è il Cielo? Lassù? Quaggiù?
In verità il Cielo è dentro di voi.

da “Dialoghi con l’angelo” di Gitta Mallasz
traduzione di Gabriella Fior


Chicchi di grano n.1 - 11 dicembre 2020

Attenti non seminate il seme sulla terra!
V’è grano a sufficienza, da tempo i granai son pieni,
ma il cielo è vuoto,
ché nessuno vi semina.
Seminate il seme là dove nessuno ha mai osato
che possan crescervi miracoli,
il pane non mancherà.
Finora il frumento cresceva verso il Cielo.
Il frumento del Cielo cadrà sulla terra.
Ma dov’è il Cielo? Lassù? Quaggiù?
In verità il Cielo è dentro di voi.

da “Dialoghi con l’angelo” di Gitta Mallasz
traduzione di Gabriella Fiori

LEGGI LA NEWSLETTER

PORTE APERTE A LA TERRA E IL CIELO 17 E 18 LUGLIO

Il 17 e 18 luglio 2021 La Terra e il Cielo apre le porte per accogliervi e mostrarvi in semplicità ciò che siamo e che facciamo, per vivere due giorni di emozioni, riflessioni e costruzione degli orizzonti che vorremmo condividere con voi. Dopo questo anno sospeso è arrivato il momento di aprirci e ci incontriamo in estate, quando il sole scalda il corpo e l’anima e rimaniamo incantati per l’abbondanza della natura e per i colori e i profumi sprigionati dal calore.

Dalle visite ai nostri luoghi di lavoro alla musica sotto le stelle, dalla mietitura e trebbiatura del grano alla colazione tipica marchigiana, staremo insieme all’aperto e a contatto con la natura. E poi la Tavola rotonda sul prato per ascoltare i nostri amici: Salvatore Ceccarelli, Stefania Grando, Maurizio Agostino di Rete Humus, Davide Biolghini di Co-Energia, Antonio Lo Fiego di Rete Semi Rurali per condividere i nostri progetti e la ricerca di metodi per lavorare insieme creando solide basi collaborative.

Saranno due giorni emozionanti poiché potrete entrare nel nostro mondo e capire l’importanza, il valore e la bellezza degli alimenti di qualità che nascono dal nostro lavoro che ha radici ben piantate nella terra. Vi aspettiamo per condividere con noi la nostra esperienza ed il nostro entusiasmo.

Per partecipare clicca qui 👇
https://forms.gle/uFioiNf6gGMKiq8r9

Tutte le attività del programma sono gratuite, previa registrazione, con un numero di posti limitato per garantire il rispetto delle misure anti Covid.

PER PARTECIPARE CLICCA QUI

Il Natale etico della cooperativa La Terra e il Cielo

Auguriamo a tutti un Natale autentico, buono e genuino, pieno di abbracci sinceri e sorrisi veri.

Lo staff


Il futuro sostenibile e le radici antiche, il nuovo articolo su La Cucina Italiana

Sul numero di dicembre della rivista La Cucina Italiana raccontiamo raccontiamo i sapori dei nostri prodotti, le storie vere dei contadini, la cura della terra, il filo verde che unisce agricoltura “bioetica” ed economie a misura d’uomo.  E non può mancare una nuova gustosa ricetta stagionale!

SCARICA L'ARTICOLO IN FORMATO PDF

Le radici contadine della nostra cooperativa sulla rivista La Cucina Italiana

La rivista La Cucina Italiana parla ancora di noi, raccontando le nostre origini e con una ricetta autunnale tutta da scoprire, da leccarsi i baffi!

SCARICA L'ARTICOLO IN FORMATO PDF

Presentazione del libro "Seminare il futuro"

“Seminare il futuro – Perché coltivare la biodiversità?”,è questo il titolo del libro che verrà presentato sabato 16 novembre alle ore 18 a Senigallia (AN).

Saranno presenti gli autori Salvatore Ceccarelli e Stefania Grando. A seguire degustazione di pasta prodotta con farine del miscuglio Ceccarelli “700 grani”, a cura della Cooperativa “La Terra e il Cielo”.

L’incontro si tiene in via N. Abbagnano, 17
tel 071 60483


SOS-teniamo “La Terra e il Cielo” insieme

Campagna di sostegno alla nostra storica cooperativa agricola biologica marchigiana.

Cari GAS, cari Attori dell’Economia solidale,

è giunto il momento per una significativa azione di solidarietà, unendoci fra di noi e con i soci e lavoratori della cooperativa La Terra e il Cielo, per rendere concreto il nostro impegno a costruire la società migliore che vogliamo.

La Terra e il cielo, una delle principali realtà che hanno fatto la storia del biologico in Italia, sta attraversando un momento di difficoltà economica e finanziaria, dovuta a più fattori:
– l’ingresso massiccio della GDO sul mercato, con proposte di basso prezzo e dubbia qualità e provenienza
– la concorrenza sempre più forte fra i produttori
– la politica di tutti i distributori, anche specializzati bio, di fare marchi propri e di privilegiarli annullando le specificità territoriali dei prodotti
– il momento di passaggio fra le generazioni di lavoratori nella cooperativa
– la scarsità di risorse finanziarie a disposizione rispetto alle necessità

La cooperativa, con i suoi cento soci, piccoli agricoltori bio, con i suoi lavoratori e con il suo nuovo consiglio di amministrazione, non vuole arrendersi e vorrebbe superare questo momento difficile. La rete regionale dei GAS marchigiani e l’associazione Co-Energia hanno deciso di non lasciare sola la cooperativa e di sostenerla, promuovendo la presente campagna rivolta ai GAS ed altri attori ecologici e solidali di tutta Italia, che vogliano aderire.

Il rischio della perdita di una realtà significativa, come quella di La Terra e il Cielo, non è da correre perché sarebbe un grave danno per tutti noi, per l’ambiente, per la salute, per la cultura ecologica. Sentiamoci tutti parte attiva dell’economia ecologica e solidale, sentiamoci co-produttori, facciamo rete per sostenere e difendere una realtà produttiva ecologica importante.

Per maggiori informazioni sulla cooperativa, leggi qui una sintetica STORIA DELLA COOPERATIVA TC.

Ci sono arrivati dei contributi a sostegno della campagna da parte di MAG2, Biocaseificio Tomasoni e Gas Pesaro.
Li trovate QUI

Come possiamo concretizzare questo SOStegno alla cooperativa?

CAPARRA SU ACQUISTI DEI PRODOTTI DELLA COOPERATIVA

Ogni GAS decide liberamente l’ammontare della cifra di caparra (sotto la forma legale di “caparra confirmatoria”. O meglio, ogni singolo gasista decide la cifra che vuol mettere a disposizione e il totale sarà la caparra da versare alla cooperativa, come anticipo di liquidità per forniture successive. Il singolo gasista potrà essere generoso perché quanto da lui versato non è a fondo perduto, ma lo recupererà interamente, indipendentemente da quello che acquisterà.  La caparra viene recuperata con lo sconto del 10% sulle fatture degli ordini successivi del GAS, fino al recupero totale. Per ogni acquisto successivo del GAS i singoli gasisti pagheranno l’intero loro ordine al proprio GAS e il GAS creerà un fondo cassa con gli sconti, per restituire le quote a chi le aveva anticipate, indipendentemente da quanto abbia o non abbia acquistato singolarmente (restituzione della caparra del singolo svincolata dai suoi acquisti successivi). Per la caparra, i GAS potranno utilizzare anche la propria cassa, se presente, ricostituendola ugualmente con gli sconti del 10%. Sulla costituzione della caparra i GAS potranno essere creativi e coinvolgere anche amici esterni. Il tempo totale dipenderà dagli importi e dalla frequenza degli ordini. La restituzione ai singoli potrà avvenire in più tranche o tutta insieme, secondo le decisioni del GAS.

PROCEDURA PER IL VERSAMENTO DELLA CAPARRA

Vanno compilati e sottoscritti il modulo della caparra e il modulo della privacy (vedi sotto). I due moduli firmati vanno spediti a Chiara Spoletini c.spoletini@laterraeilcielo.it   Il modulo della caparra viene sottoscritto anche dalla cooperativa e inviato di ritorno al GAS, con la comunicazione dell’IBAN su cui effettuare il versamento.

MODULO CAPARRA CONFIRMATORIA – GAS formali

MODULO CAPARRA CONFIRMATORIA – GAS informali

Informativa sul trattamento dei dati personali – Mod. 1 informativa Reg. UE 2016-679
(DA COMPILARE, FIRMARE ED ALLEGARE ALLA DOCUMENTAZIONE)

I GAS che superano 1500 € di ordini annuali possono aderire anche al PATTO ADESSO PASTA! (se non già aderenti)

Chi non ha già il LISTINO DI VENDITA aggiornato è pregato di chiederlo a referenteperigas@laterraeilcielo.it

La Campagna è urgente! Vi invitiamo sia ad aderire che a diffonderla all’interno delle vostre relazioni.

Per adesioni e informazioni sulla campagna e per eventuali incontri sui territori, ci si può rivolgere a:

Alberta Cardinali: referenteperigas@laterraeilcielo.it 348 5835485

Bruno Sebastianelli bruno@laterraeilcielo.it  335 7126009  0731 981906

Grazie a tutti. Un caro saluto

I soci agricoltori e lavoratori della cooperativa La Terra e il Cielo

Rete GAS Marche,  Associazione Co-Energia


Come promesso siamo sulla rivista La Cucina Italiana!!!!

Ci trovate a pagina 99 …”promossi” quasi a pieni voti :)!!! Protagonista della ricetta del mese: la pasta 700 grani nata grazie al lavoro costante e fiducioso di ricerca e di sperimentazione dei Prof. Salvatore Ceccarelli e Stefania Grando e alla dedizione dei nostri soci agricoltori…sostenibilità, equità e rispetto.

Un connubio di Persone che lavorano per “far bene” ogni cosa che porta al “bene di tutti”.

Buona lettura!

SCARICA L'ARTICOLO IN FORMATO PDF

LA TERRA E IL CIELO CON BERRINO E CECCARELLI 16 MARZO 2019

Carissimi,
dopo mesi di preparativi ci stiamo avvicinando all’Evento “Agricoltura, Cibo, Salute” che ci vede promotori e protagonisti allo stesso tempo con lo spirito che ci contraddistingue da sempre:
produrre un cibo sano e buono e comunicare il valore aggiunto della nostra Cooperativa con la passione di chi vuol dare informazione, ampliare i propri orizzonti conoscitivi e soprattutto condividerli.

Ecco perché possiamo vantare la partecipazione, in qualità di relatori, di grandi protagonisti nel mondo della salute e dell’agricoltura quali il Prof. Berrino, il Dott. Ceccarelli e la dott.ssa Grando.

Nell’ottica di ampliare le nostre produzioni, con l’attenzione alla ricerca e all’innovazione, in occasione dell’evento presenteremo la nostra pasta strozzapreti “700 grani” che sarà offerta in degustazione a fine interventi.

Al termine dell’ evento, per chi volesse poi protrarre la nostra compagnia e quella dei relatori, in occasione della raccolta fondi “Coltiviamo Humus” , offriamo la possibilità di una cena etica e gustosa con i prodotti della nostra Coop. cucinati dallo Chef Dario Pierandi.

Natura sì metterà a disposizione il suo Bistrot in via Abbagnano 17 – Senigallia (capienza max 50 posti ) e le bevande.

Il costo della cena è di 25 euro dei quali 15 saranno devoluti alla Rete Humus, di cui siamo fondatori e sostenitori.

Vi raccomandiamo la prenotazione rispondendo a questa mail o chiamando il n. 0731 981906 per avere la possibilità di partecipare anche solo all’Evento poiché alla “Chiesa dei cancelli” il n. di posti è limitato.

Augurandoci di vedervi presto e di aver fatto cosa gradita vi porgiamo i nostri cordiali saluti.

Lo Staff tutto!


Il patto "Adesso Pasta!" con i Gas marchigiani

Venerdì 8 febbraio 2019 si è tenuto a Mazzocca di Senigallia (AN) nella sede del Gas Montimar l’incontro dedicato al Patto 2019 “Adesso Pasta!”.

“Adesso Pasta!” è un progetto nazionale per la fornitura ai Gas di pasta biologica italiana con essiccazione a bassa temperatura, dove il produttore (Cooperativa Terra e Cielo) ed i consumatori (Gas) sottoscrivono un Patto Solidale assumendosi insieme rischi e i costi dell’intera filiera produttiva.
Nell’introduzione della serata sono state evidenziate le difficoltà della cooperativa La Terra e il Cielo, dovute anche alla generale disaffezione dei Gas nei confronti dei produttori biologici storici: è stata quindi ribadita la necessità di un rinnovato sostegno, come sottolineato dal Gas di Pesaro, che ha illustrato il senso della propria campagna “Megafono Pasta”.
Con i Gas partecipanti è stata condivisa:
– la necessità di un rinnovato sostegno alla cooperativa “La terra e il cielo”, come sottolineato dal GAS di Pesaro, che ha illustrato il senso della campagna “Megafono Pasta” (si veda l’allegato), in questo momento di difficoltà legato a più fattori, tra questi, anche la concorrenza sia fra produttori che fra distributori del biologico, con un ingresso massiccio nel settore da parte della GDO;
– l‘importanza di supportare la Cooperativa, se possibile, con l’adesione al Patto, Adesso Pasta!, che punta a una crescita di un’economia sana e risponde ai criteri dei Gas del fare insieme;
– la riconoscenza ad una realtà storica del nostro territorio, tra le più serie a livello nazionale, che ha dato tanto non solo al suo settore ma anche alla rete ecosol locale e nazionale.
E’ stato infine verificato il consenso a costituire una ‘rete leggera’ tra i GAS pattanti delle Marche, per poter avere un unico interlocutore con Co-energia, in sostituzione di REES Marche che si è sciolta l’anno scorso.

Nel corso della serata uno dei produttori presenti, Piero Manzotti di Teanatura, ha letto il messaggio che ha inviato via mail ad Amazon per rifiutarne l’offerta commerciale, precisando che la propria azienda “si è assunta fin dalla sua nascita sia un ruolo ecologico che un ruolo etico e sociale – tra i quali anche quello di evitare concentrazioni di potere favorendo economie locali e dei singoli cittadini, ciò Amazon non può garantircelo.”

Questo l’elenco dei Gas marchigiani che hanno sottocritto il patto “Adesso Pasta!”: Gas Gaia Civitanova, Gas La Fenice Senigallia, Gas Montimar, Gas Fano Fortuna, Gas Dei Mulini, Gas San Lorenzo, Gaspaccio Fabriano, Gas Pesaro, GASPS Gasetto, Gas Lucrezia, Gas Trecastelli, Gas Servigliano, Gas Cupramontana, Gas Fossombrone, Gas Due fiumi, Gas Chiaravalle, DOGAS.


Torneranno a fiorire i nostri campi di grano?

Nella nostra regione c’è un grande movimento di “cittadinanza attiva” che chiede la cessazione dell’uso dei pesticidi chimici, nelle città, nelle strade, nei campi.

Noi lo sapevamo da sempre, ma ora, il glifosate, principio attivo dei più comuni diserbanti chimici usati nei campi, è stato dichiarato “probabile cancerogeno” dallo IARC, l’Agenzia per la Ricerca sul Cancro, organo dell’OMS l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Nella nostra regione c’era già un discreto movimento di “cittadinanza attiva” che da tempo andava organizzando seminari di informazione e sensibilizzazione della popolazione. I temi sono quelli della distruzione dell’ambiente, dell’inquinamento delle acque e degli alimenti e dei danni alla salute, dovuti al modello agricolo chimico-industrale, al servizio del profitto ma non dell’uomo. Non vengono accusati i contadini, i terzisti e i proprietari, ma la classe politica, che non ha saputo fare le scelte giuste e le giuste leggi e che tuttora non le fa. Gli attivisti sono ambientalisti, agricoltori biologici, medici che notano il degradarsi dello stato di salute, professori universitari, biologi e semplici cittadini.

Dopo la decisione dello IARC si stanno realizzando molte nuove iniziative virtuose. Le più vicine a noi sono la decisione della provincia di Ancona di non usare più il diserbo nelle strade provinciali e le decisioni dei comuni di Arcevia e Serra de’ Conti di non usarlo nelle strade comunali e nelle città, per il controllo delle erbe indesiderate. Nel frattempo è anche iniziato un percorso verso il distretto biologico della nostra vallata, con la partecipazione di imprese e comuni.

Ora occorre una grande opera di formazione per la conversione dall’agricoltura chimica a quella biologica; molti agricoltori sono pronti a fare il passaggio.

La Terra e il Cielo e l’associazione REES Marche sono in prima linea in tutti questi percorsi.